mercoledì 21 gennaio 2009

MILK.......e miele



Sarà in tutte le sale cinematografiche da venerdì prossimo 23 gennaio.


È il nuovo film di Gus Van Sant, “Milk”, distribuito in Italia dalla BIM.Racconta gli ultimi anni di vita del grande attivista per i diritti civili di San Francisco Harvery Milk, primo gay USA a ricoprire una carica pubblica e creatore del quartiere omosessuale di Castro. Si tratta di una pellicola ineccepibile,
con una fotografia coinvolgente che inserisce spezzoni di vita reale e con attori superbi, primo fra tutti un appassionato e luminoso Sean Penn.Ma è la portata emotiva che questo film ha che ci induce ad invitare tutte e tutti ad andarlo a vedere al più presto.
Si tratta di un grande ritratto comunitario di vite di persone LGBT che lottano per la loro dignità e per potere esprimere liberamente la loro persona.

Gli Stati Uniti del 1978 si possono trasformare nell’Italia del 2009 e così ritroviamo gli stessi pregiudizi incrostati, le stesse operazioni mediatiche fondate sull’intolleranza, la stessa omofobia, che può essere sconfitta solo con la fiducia nel prossimo, con la speranza e con la visibilità, cioè il coraggio di mettere il proprio privato personale a disposizione delle battaglie pubbliche.

Per questo ne consigliamo la visione a tutti, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, come esempio di lotta per i diritti civili.
Le storie vere di persone alla ricerca di una loro liberazione identitaria si intrecciano nel percorso collettivo della comunità LGBT. Proprio per questo in particolare raccomandiamo la visione a lesbiche, gay, bisessuali, trans, che potranno vivere intimamente fino in fondo quel senso di conquista che pervade il film e quel dolore nelle sconfitte e nei conflitti personali e collettivi. Milk è una grande lezione per il movimento LGBT italiano, proprio perché restituisce la speranza che presto possa arricchire la propria forza di cambiamento.

Per trovare informazioni più dettagliate su MILK ed il film cliccate su www.arcigay.it/milk

Nessun commento:

Posta un commento