mercoledì 12 marzo 2008

Otto per mille: da quest'anno puoi decidere tu!


OTTO PER MILLE: DA QUEST`ANNO PUOI DECIDERE TU
Anche coloro che non effettuano la dichiarazione dei redditi potranno scegliere a chi destinare l`otto per mille che, fino ad ora, silenziosamente veniva devoluto alla Chiesa.


Una novità stranamente poco pubblicizzata è che da quest'anno, rivolgendosi agli intermediari abilitati (come i CAF, le Poste, i commercialisti), tutti coloro che non fanno la dichiarazione dei redditi potranno decidere comunque a chi destinare l'otto per mille.

Sommando questi milioni di contribuenti, circa 14 milioni, con i quasi 10 milioni di contribuenti che presentano la dichiarazione e non esprimono nessuna scelta a riguardo, la chiesa cattolica intasca quasi il 90 per cento dell'otto per mille: grazie alla minoranza silenziosa dei fedeli che condizionano il destino dell'otto per mille del 60 per cento dei dichiaranti. La novità sta facendo tremare le alte sfere vaticane che molto probabilmente cominciano a temere di perdere i 900 milioni di euro annui derivanti dall'otto per mille. C'è da scommettere che quest'anno la milionaria campagna pubblicitaria della Cei per convincere gli italiani a donare l'8 per mille sarà, se possibile, ancora più asfissiante e martellante.
Per devolvere il proprio 8x1000 ai due progetti di Arcigay (campagna contro l’omofobia e numero unico antidiscriminazioni) è sufficiente firmare e scrivere il codice fiscale dell'associazione, 92017780377, nello spazio predisposto dell’apposita scheda da allegare alla dichiarazione dei redditi (modello 730, Unico), o da portare, per chi non faccia la dichiarazione, in posta o in banca (modello Cud). Non c’è bisogno di scrivere il nome Arcigay, è sufficiente il codice fiscale.


Nessun commento:

Posta un commento