mercoledì 25 luglio 2007

Nazioni Unite, decisione storica sui diritti LGBT

Il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) ha deciso di accreditare due organizzazioni per i diritti lgbt. I delegati del Consiglio hanno votato per attribuire lo status di consulenti alla Coalition gaie et lesbienne del Québec e alla Federazione Svedese per i Diritti Lesbici, Gay, Bisessuali e Transgender (RFSL).22 paesi hanno votato a favore di entrambe le organizzazioni; tredici hanno votato contro la coalizione del Québec e quattordici contro la federazione svedese. L'accredito ECOSOC consente di partecipare alle riunioni delle Nazioni Unite, di sottoporre dichiarazioni scritte, di fare interventi orali, di organizzare discussioni e di avere
accesso agli edifici delle Nazioni Unite. Nel 2006 le Organizzazioni non governative avevano rifiutato lo status di osservatori alle Nazioni Unite alle federazione glbt tedesca e all'ILGA (International Lesbian and Gay Association). L'attuale decisione è stata preceduta da una forte campagna contraria di lobby da parte dei paesi, come l'Egitto, che non pensano che le persone lgbt abbiano diritti legali. Nel mondo ci sono ancora 90 paesi in cui l'omosessualità e il lesbismo sono fuori legge.

dal blog: http://eccezione.splinder.com/

Nessun commento:

Posta un commento