sabato 21 ottobre 2006

L'amore gay è più antico del Cristianesimo

Arcigay risponde a Ratzinger (nella foto) che ancora una volta definisce "deboli e deviate" le relazioni omosessuali.

“L’amore omosessuale è un fenomeno umano ben più antico del Cristianesimo e diffuso, in forme diverse, anche tra moltissime altre specie animali. Io non lo definirei debole. Se poi devia da una visione ideologica che riduce la bellezza e la fecondità spirituale dei sentimenti e dell’erotismo alla sola funzione riproduttiva, allora mi pare una virtù più che un difetto”.

Così il presidente nazionale di Arcigay replica alle parole di Papa Ratzinger che stamattina, riferendosi anche all’amore omosessuale, aveva parlato di “forme deboli e deviate di amore”.

“Il capo della chiesa cattolica – continua Sergio Lo Giudice - persiste in una campagna di disinformazione che rasenta l’insulto verso le persone omosessuali. L’amore tra due persone dello stesso sesso non ha niente da invidiare a quello eterosessuale. Auguro solamente a Ratzinger di aver amato qualcuno nulla propria vita, con la stessa intensità e dignità con cui si amano tanti gay e tante lesbiche”.

“Ciò che chiediamo è che la società non neghi questo amore e non tratti le persone omosessuali diversamente dalle altre. Oggi in Italia ci sono delle leggi che ci impediscono di vivere liberamente le nostre relazioni, e di viverle come le vivono le persone eterosessuali. Per questo occorre approvare anche nel nostro paese, come in Francia, Gran Bretagna e Spagna, una legge che riconosca parità di diritti alle coppie gay e lesbiche”.

Ufficio Stampa Arcigay

1 commento:

  1. già... per il cattolicesimo siamo gente malata, la mia famiglia pensa che sia da curare e i pochi amici etero mi dicono che ho avuto troppe donne e che mi "passerà"... Fortuna che vivo nella riviera più friendly d'Italia!!! Grazie comunque a tutti coloro, voi compresi, che lavorano ad ARCIGAY, mi avete fatto sentire meno solo... a presto!

    RispondiElimina