venerdì 13 ottobre 2006

Grillini: emendamento alla finanziaria per equiparare coniugi e conviventi

Con il decreto collegato alla Finanziaria si sono regolate le tasse di successione e donazione, stabilendo un favore per i coniugi e i discendenti diretti.

Per questo 8 deputati (Grillini, De Simone, Bimbi, Deiana, Luxuria, Allam, Balducci, Mellano) hanno presentato ieri alla Camera in Commissione Bilancio un emendamento, che mi vede primo firmatario, con l’intento di equiparare ai fini successori e di donazione i conviventi, compresi ovviamente quelli dello stesso sesso, ai coniugi e ai discendenti diretti.

Si tratta di un provvedimento di elementare giustizia sociale perché riguarda un numero molto elevato di persone che in assenza di questa equiparazione dovrebbero pagare imposte molto più elevate.

Il tema della successione, delle imposte relative, che si collega con la questione più genrale dell’eredità dei benei della persona con cui magari si è convissuta per una vita intera.

Si tratta di un emendamento che può essere sottoscritto e condiviso anche dai parlamentari cattolici e anche da un arco di forze trasversali.

Segue il testo dell’emendamento.

On. Franco Grillini
Deputato “Ulivo”
Presidente onorario Arcigay

Proposta di emendamenti

Collegato alla Finanziaria 2007:
“Disposizioni urgenti di carattere finanziario”
Decreto Legge 03.10.2006 n° 262
G.U. 03.10.2006

- All’articolo 6 del decreto legge del 03/10/2006 n. 262, dopo il comma 5 è inserito il seguente comma:
« 5 bis. Ai fini dell’applicazione delle imposte ipotecarie, catastali e di registro in materia di successione a causa di morte e di donazione, al convivente, di sesso diverso o dello stesso sesso, sono applicate le medesime esenzioni e le stesse aliquote previste per il coniuge ».

Franco Grillini (Ulivo)
Franca Bimbi, (Margherita)
Elettra Deiana (RC)
Titti De Simone (RC)
Paola Balducci (Verdi)
Khaled Fouad Allam (Ulivo)
Bruno Mellano (RNP)
Wladimiro Guadagno detto Vladimir Luxuria (RC)

(da http://www.grillini.it/show.php?3642)

Nessun commento:

Posta un commento