martedì 19 settembre 2006

I preti gay del Vaticano discutono su internet

da Panorama del 07.09 a firma di Angelo Custode

Il nome è in latino, il dominio è in Turchia e i navigatori stanno tutti in Vaticano. Si chiama http://www.venerabilis.tk il sito gay della «fraternità omosessuale dei preti cattolici» che abitano le stanze del potere d’Oltretevere. E che si tratti di persone che maneggiano carte importanti emerge chiaramente dalla natura dei fatti a cui i navigatori fanno riferimento. Plurilingue, con il fondo dorato simile a quello in uso per il sito ufficiale della Santa sede, http://www.venerabilis.tk è regolato da un agguerrito «moderator», capace di individuare persino la professione degli anonimi interlocutori e di sparare giudizi senza appello. E si sussurra in Vaticano che tanto ardore gli abbia meritato un ottimo posto in una nunziatura del Nord America.

Nessun commento:

Posta un commento