martedì 4 luglio 2006

Il virus dell'epatite A e noi

da Pegaso:

Di recente c'è stato in Italia ed in Europa un aumento preoccupante dei casi di epatite A negli uomini omobisessuali. Meglio sapere due-tre cose su questo virus che ci riguarda.

Che cos'è l'epatite A?
E' una malattia virale che colpisce il fegato. E' infettiva e si trasmette attraverso le feci. Sono a rischio i contatti oro-anali (bocca-ano). E' guaribile, se trattata adeguatamente. E' importante sapere che ci si può vaccinare. Le epatiti B e C si trasmettono invece attraverso il sangue.

Quali sono i sintomi? Quando si è infettivi?
L'epatite A può decorrere in forma a-sintomatica (potremmo cioè non renderci conto di averla, almeno all'inizio), oppure manifestare i seguenti sintomi:
  • malessere generale;
  • perdita di appetito;
  • nausea;
  • vomito;
  • mal di stomaco;
  • feci chiare;
  • urina scura;
  • pelle gialla (ittero).

Possiamo essere infettivi anche senza sintomi evidenti.

Come posso prendere l'epatite A?
Il virus dell'epatite è presente nelle feci delle persone infette. Per infettarci dobbiamo quindi entrare in contatto con le feci della persona infetta o con oggetti che ne sono stati contaminati. Una delle principali modalità di infezione è l'ingestione di quantità anche molto piccole di feci del malato.
Sono a rischio le seguenti pratiche sessuali NON PROTETTE:
  • i rapporti oro-anali (bocca-ano, cioè il rimming);
  • la penetrazione anale;
  • la penetrazione anale con le mani (fisting) o con le dita (fingering);
  • lo scambio di oggetti per il piacere sessuale (dildo).


Come posso prevenire l'epatite A?
Tre sono le regole d'oro:
  • fare sesso sicuro (usare il preservativo!);
  • rispettare le regole igieniche di base (lavarsi le mani dopo il sesso!);
  • vaccinarsi.
Esistono due tipi di vaccino: il vaccino anti-epatite A, di cui occorrono 2 dosi, ed il vaccino bivalente anti-epatite A + B (Twinrix), che richiede 3 dosi. In Italia il vaccino anti-epatite B (oppure la componente B del vaccino bivalente) è gratuito per i maschi omosessuali (Decreto del Ministero della Sanità del 4 ottobre 1991, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 251 del 25 ottobre 1991). Possiamo vaccinarci presso la nostra Azienda USL. Anche se sei HIV-positivo, ti consigliamo di vaccinarti.

Riepilogando
Va evitato che quantità anche invisibili di feci del partner ci entrino in bocca (attraverso rapporti oro-anali, dita sporche in bocca ). Quindi: niente mani in bocca dopo il sesso e laviamocele subito; meglio evitare il rimming senza protezione finchè non ci siamo vaccinati; usiamo sempre il preservativo nella penetrazione anale, fin dall'inizio del rapporto; usiamo i guanti di lattice per il fisting e per il fingering; puliamo accuratamente i dildo dopo ogni uso; pensiamo a vaccinarci.

E buon sesso!

RAFFAELE
LELLERI
Responsabile salute Arcigay

*Grazie all'Azienda USL di Bologna e ai Comitati provinciali Arcigay di Bologna e Catania per l'elaborazione di questo testo

3 commenti:

  1. Sceglierei un altro titolo per questo articolo informativo sull'epatite A: "Il virus dell'epatite A e tutt*noi".
    La diffusione del virus sar� aumentata tra gli uomini biomosessuali ma riguarda tutt*.

    RispondiElimina
  2. Hai ragione che riguarda tutti ma l'articolo � titolato cos� e mi sembrava giusto riportarlo con il titolo originale

    RispondiElimina
  3. quello che stavo cercando, grazie

    RispondiElimina