domenica 21 maggio 2006

VIOLENTA REPRESSIONE DEL GOVERNO MESSICANO AD ATENCO

APPELLO DEL 20/05/2006

Scriviamo a voi come rappresentanti della società civile, della politica, dell'arte.
vi chiediamo di sottoscrivere e di aiutarci a divulgare l'appello per esprimere solidarietà e appoggio politico alle persone colpite dalla repressione in Messico, ad Atenco.
Vi chiediamo di firmare l'appello qui di seguito inviando una mail a andrea.cegna@inventati.org.

Ai rappresentanti del mondo dell'arte e della musica ricordiamo che firmare l'appello non vincola a presenziare all'iniziativa, vi saremo grati se aderendo ci farete anche sapere se poteste essere interessati a parteciparvici.

Abbiamo seguito con attenzione l'ingiustificata e violenta operazione di repressione poliziesca che il Governo messicano ha promosso il 3 e 4 maggio scorsi per colpire la popolazione di San Salvador Atenco, municipio autonomo alla periferia di Città del Messico.

Tremila agenti delle forze dell'ordine (incluso agenti della Polizia federale preventiva) sono intervenuti con l'obiettivo di sgomberare venditori di fiori (in una zona dove Wal-Mart vuole costruire un centro commerciale), passando poi a reprimere violentemente la resistenza della popolazione locale (per vendicarsi della vittoria di questi nella lotta contro la costruzione del nuovo aeroporto della Città del Messico, che avrebbe dovuto sorgere proprio a San Salvador Atenco). La polizia ha invaso la cittadina, irrompendo nelle case, distruggendo e saccheggiando le proprietà, pestando selvaggiamente tutti quelli su cui riusciva a mettere le mani, senza distinzione di sesso o di età. I poliziotti hanno ucciso un ragazzo di 14 anni con un colpo di pistola, uno studente è stato colpito alla testa da un lacrimogeno ed è ancora all'ospedale con gravi danni cerebrali. Quasi tutte le 47 donne arrestate sono state picchiate con estrema brutalità, violentate o umiliate sessualmente. Circa 200 persone sono state arrestate senza alcun mandato di cattura e accusate di attacco alle vie di comunicazione. Ai militanti del Frente de Pueblos en Defensa de la Tierra, colpevoli di essersi opposti con successo alla costruzione dell'aeroporto di Texcoco nel 2001, è stato imputato anche ii delitto di sequestro di persona.
Sulle donne fermate e violate il quotidiano

"La Jornada" del 14/5/2006 denuncia che 30 donne su 47 detenute hanno subito strupro e violenza sessuale con penetrazione di dita o oggetti, violenze denunciate davanti ad un rappresentante della Procura Generale della Repubblica del Messico e a quattro visitatori della Commissione Nazionale dei Diritti Umani

Il Governo messicano ha violato le leggi in merito all'espulsione di cittadini stranieri dal paese: la migra (polizia di migrazione) ha espulso 5 persone (2 spagnole una coppia cilena e una tedesca) fermate, violentate o attaccate sessualmente, a San Salvador
Atenco, decretando che non potranno rientrare in Messico nei prossimi 5 anni.

Non possiamo restare in silenzio di fronte ad un atto tanto violento e giustificato solo dalla volontà -da parte del Partido de Accion Nacional del Presidente Fox- di mostrare il proprio pugno duro, dopo aver contribuito a creare un clima di tensione e ad acuire la conflittualità sociale nel Paese, pensando così di poter recuperare voti in vista delle elezioni del prossimo 2 di luglio.

-Condanniamo l'operato delle forze di polizia statali e federali mandate dal governo Fox ad aggredire la popolazione di San Salvador Atenco, castigando brutalmente la sua resistenza e l'adesione alla otra campaqa zapatista, con il fine di destabilizzare il già`arroventato clima preelettorale

-Chiediamo l'immediata scarcerazione di tutti i fermati, la revisione dell'espulsione e dell'allontanamento coatto per 5 anni dei 5 cittadini stranieri espulsi.

- Chiediamo che il governo messicano, le autorità municipali ed i media ufficiali raccontino la verità sull'accaduto.

- Che siano puniti i responsabili materiali ed i mandanti di questa crudele ed inumana violenza sulla popolazione.

Per protestare contro la violenza poliziesca e chiedere la scarcerazione di tutti gli arrestati ad Atenco, Domenica 4 giugno saremo davanti all'ambasciata Messicana di Roma con un grande concerto in segno solidarietà con la popolazione di San Salvador Atenco e tutti i feriti ed arrestati, e per chiedere verità sui fatti e giustizia.

Prime Adesioni (collettive): Comitato "Maribel" BergamoComitato Chiapas TorinoComitato Chiapas Castellanza (Va) Manitese gruppo di Lucca Ass In Viaggio Menaggio (Co) Comitato Chiapas Brescia Rete di Sostegno al Chiapas Rebelde Roma Partito della Rifondazione Comunista Giovani Comunisti Liberazione - quotidiano Conflitti in comune Csa BARAoNDA Segrate (Mi) Collettivo Rosso Magenta Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito Fondazione Neno Zanchetta Kora Coop. - Bari Tube RecordsSubMarcos Rekords - label punk indipendente Comitato Chiapas " Paliacate" Corsichese (Mi) Attac Bergamo
http://www.officinashake.it/

Nessun commento:

Posta un commento