venerdì 12 maggio 2006

CHI GLIELO DICE A PAPA RATZINGER CHE SI TROVA ANCORA SULLA TERRA E NON NEL BOSCHETTO DELLA SUA FANTASIA?

Benedetto XVI ha parlato, nell'udienza ai partecipanti a un congresso internazionale del Pontificio istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e la famiglia, del significato della differenza sessuale tra uomo e donna che non sarebbe un semplice dato biologico, ma "riveste un significato ben più profondo: esprime quella forma dell'amore con cui l'uomo e la donna, diventando una sola carne, possono realizzare un'autentica comunione di persone aperta alla trasmissione della vita e cooperano così con Dio alla generazione di nuovi esseri umani".
Secondo il Papa quindi non bisogna fare confusione tra il matrimonio che sancisce una forma d'amore profondo e le altre unioni basate su un amore debole.

Che il Papa non sappia che il maggior numero di violenze sulle donne e sui bambini si perpetrano proprio all'interno della famiglia fondata sul matrimonio?
Si tratterebbe di un amorevole uso della forza?
Di una benedetta trasmissione di botte ai nuovi esseri umani?
Molte coppie sposate non si riproducono e molte coppie non sposate hanno prole. Il loro amore è forse meno profondo?
L'amore omosessuale non è né più debole né più forte, tanto meno più profondo o più leggero di quello eterosessuale. La violenza esiste purtroppo anche all'interno di varie coppie omosessuali (vedi la ricerca su www.modidi.net).
Il Papa però continua ad usare le persone omosessuali e le loro coppie come capri espiatori. Quali colpe devono essere espiate e chi ha commesso tali delitti?
Forse i vari prelati pedofili?
Città del Vaticano è uno degli Stati più ricchi al mondo e spesso dove c'è molto denaro, potere, ci sono dei loschi traffici (vedi il recente scandalo del calcio italiano).
E come mai la classe politica italiana, non tutta ma quasi, è tenuta sotto scacco dalla Chiesa Cattolica Romana?
Che ci siano anche in questo caso dei forti interessi sotto?
Il Papa dovrà forse scontare la sua omofobia? ("l'omofobia si manifesta nella sfera pubblica e privata sotto forme diverse, quali discorsi intrisi di odio e istigazioni alla discriminazione, dileggio, violenza verbale, psicologica e fisica, persecuzioni e omicidio, discriminazioni in violazione del principio di uguaglianza, limitazioni arbitrarie e irragionevoli dei diritti, spesso giustificate con motivi di ordine pubblico, libertà religiosa e diritto all'obiezione di coscienza").

L'Unione Europea ci lancia nuove sfide, in particolare nel campo dei diritti civili. L'Italia potrebbe guardarsi intorno, ad esempio alla vicina Spagna, e cercare di ampliare gli orizzonti invece di rischiare l'implosione all'interno dei confini di Città del Vaticano.

Infine non ritengo il mio un amore debole ma ammetto di avere un debole per il Mio Amore.

Stefania

1 commento:

  1. ma nel boschetto della sua fantasia c'� anche l'amico orsetto? :)

    cmq vi segnalo la recensione che ho fatto ad un libro molto ben fatto su di lui su
    giornalettismo.ilcannocchiale.it

    RispondiElimina