mercoledì 5 aprile 2006

Incontro con Ferrero e Falco (Lega Nord)

Venerdì 31 marzo ad Aosta abbiamo incontrato i candidati della Lega Nord: Sergio Ferrero al Senato e Vincenzo Falco alla Camera. I due candidati si sono dimostrati interessati a conoscere le nostre problematiche e le nostre richieste e hanno rivelato una certa curiosità in particolare per la realtà transgender. L'incontro è stato improntato sullo scambio di opinioni e di punti di vista, una chiacchierata di un'ora al bar, a volte pacata, a tratti più animata. Dal confronto è emerso da parte dei candidati il desiderio di approfondire la conoscenza della realtà lgbt. Inoltre c'è l'impegno a continuare il dialogo.
Per il resto le posizioni della Lega Nord sono a tutti e a tutte ben note: "la famiglia è quella formata da un uomo e da una donna, i bambini per essere educati hanno bisogno di una figura maschile e una femminile, l'omosessualità sarebbe una deviazione, per tutelare le vostre unioni potreste semplicemente andare dal notaio, non siete poi così discriminati, non vivete in un ghetto".
A parole c'è la convinzione dell'importanza di non discriminare ma poi nei fatti c'è una difficoltà a individuare gli atti discriminatori e una non volontà di porvi rimedio appellandosi a presunte leggi naturali, alle tradizioni e alla religione.
I manifesti della Lega Nord che denunciano l'attacco alla famiglia "tradizionale", salvaguardata dal NO al matrimonio omosessuale sono in contraddizione con le suddette pretese di non discriminazione. Le nostre famiglie non sono forse discriminate?
L'invito ad incontrarsi ancora è per noi un segnale decisamente positivo, un passo che preannuncia un percorso di emancipazione reciproca.

Nessun commento:

Posta un commento